Nuove imprese a tasso zero: le domande dal 13 gennaio 2016

imprese tasso zero startup

 

Dal 13 gennaio 2016 parte infatti la misura “Nuove imprese a tasso zero”, che mette a disposizione 50 milioni di euro.

 

Gli incentivi sono rivolti alle imprese partecipate in prevalenza da donne o da giovani tra i 18 e i 35 anni.

Le imprese devono essere costituite in forma di società da non più di 12 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda.

Anche le persone fisiche possono richiedere i finanziamenti, a patto che costituiscano la società entro 45 giorni dall’eventuale ammissione alle agevolazioni.

 


Gli incentivi

Le agevolazioni prevedono un finanziamento agevolato a tasso zero della durata massima di 8 anni, che può coprire fino al 75% delle spese totali. L’impresa beneficiaria deve garantire la copertura finanziaria del programma con un contributo di mezzi propri pari al 25% delle spese ammissibili.

 

Programmi ammissibili

Sono agevolabili le iniziative che prevedono programmi di investimento non superiori a 1.500.000,00 di euro relativi a :

  • Produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • Fornitura di servizi in qualsiasi settore;
  • Commercio e turismo;
  • Attività riconducibili anche a più settori di particolare rilevanza per lo sviluppo dell’imprenditoria giovanile, riguardanti:
  • Filiera turistico culturale intesa come attività per la valorizzazione e la fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività el’accoglienza;
  • Innovazione sociale intesa come produzione di beni e fornitura di servizi che creano nuove relazioni sociali ovvero soddisfano nuovi bisogni sociali, anche con soluzioni innovative.

 

Spese ammissibili
Sono ammissibili le spese sostenute a decorrere dalla data di presentazione della domanda ovvero dalla data di costituzione della società se la domanda è stata presentata da persone fisiche che hanno poi costituito la società.
Le spese ammissibili sono:

  • Suolo aziendale
  • Fabbricati, opere edili / murarie, comprese le ristrutturazioni;
  • Macchinari, impianti ed attrezzature varie nuove di fabbrica;
  • Programmi informatici e servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione;
  • Brevetti, licenze e marchi;
  • Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti;
  • Consulenze specialistiche.

 

Valutazione
L’istruttoria delle domande presentate viene svolta nel rispetto dell’ordine cronologico di presentazione sulla base dei seguenti criteri di valutazione:

  • Adeguatezza e coerenza delle competenze possedute dai soci, per grado di istruzione o pregressa esperienza lavorativa, rispetto alla specifica attività prevista dal piano d’impresa;
  • Capacità dell’iniziativa di sostenere il processo tecnico-produttivo e organizzativo;
  • Introduzione di soluzioni innovative dal punto di vista organizzativo, produttivo o commerciale;
  • Potenzialità del mercato di riferimento;
  • Sostenibilità economico finanziaria dell’iniziativa.
Gallery
imprese tasso zero startup
Ti è piaciuto questo articolo?