604 milioni contro la crisi - Piano per l'emergenza della Regione Campania

Tutti i bonus della Regione Campania per fronteggiare la crisi da COVID-19

Misure di sostegno per imprese, professionisti ed autonomi

BONUS A MICROIMPRESE A FONDO PERDUTO

alle microimprese (imprese artigiane, commerciali, di servizi o industriali con meno di 10 addetti e fino a 2 milioni di euro di fatturato), che rientrano nei settori colpiti dall’attuale crisi economico-finanziaria, viene erogato nel mese di aprile un contributo una tantum di 2.000 euro. La Regione, con tale misura, ha stimato di sovvenzionare circa 40.000 imprese;

BONUS A PROFESSIONISTI/LAVORATORI AUTONOMI

ad una platea di circa 80.000 professionisti/lavoratori autonomi (che hanno fatturato meno di 35.000 euro nel 2019 e che autocertifichino una riduzione delle attività nei primi 3 mesi del 2020) verrà erogato nel mese di maggio un assegno individuale una tantum di 1.000 euro, ad integrazione di quello già riconosciuto dal Governo nazionale con il DL 18/2020 (Cura Italia). Tale misura verrà attuata mediante la collaborazione istituzionale dell’INPS e delle Casse di previdenza degli ordini professionali;

COSTITUZIONE FONDO DI LIQUIDITÀ CONFIDI 

verrà costituito un Fondo di garanzia a disposizione dei Confidi per la concessione di garanzie su operazioni di credito attivate da microimprese operanti in Campania (a titolo esemplificativo imprese dell’artigianato, del commercio, del settore turistico e culturale, servizi, compresi professionisti, agroindustriali), che non riescano ad accedere al Fondo Centrale di Garanzia di cui alla L. 662/96. Verranno garantiti, per la durata di 18 mesi, prevalentemente finanziamenti di massimo 15.000€;

CONTRIBUTI AZIENDE IN CONSORZI ASI

Viene concessa una moratoria a favore delle imprese per i servizi che ricevono dai Consorzi in applicazione dell’art. 5 della legge regionale n.19/2013. Al fine di consentire ai Consorzi di sgravare le imprese insediate dagli oneri dovuti o da parte di essi, è disposto per il 2020 un trasferimento straordinario ai Consorzi ASI della Campania. Il trasferimento straordinario non potrà essere utilizzato dai Consorzi per sgravare le posizioni debitorie perfezionatesi prima della dichiarazione, effettuata con la delibera del Consiglio dei Ministri del 31 gennaio 2020, dello stato di emergenza sul territorio nazionale per sei mesi.

FONDI PER IL COMPARTO TURISTICO

Inoltre, la Regione Campania ha sviluppato la seguente misura di sostegno ai lavoratori stagionali, impiegati in attività alberghiere ed extra alberghiere: verrà erogato, direttamente dall’INPS attraverso le proprie banche dati, un importo di 300 euro mensili ciascuno per 4 mensilità a 25mila lavoratori stagionali.

BONUS IMPRESE AGRICOLE E DELLA PESCA

in particolare del florovivaismo, dell’ortofrutta, della zootecnia (bufalini, bovini, ovi caprino), della pesca e dell’acquacoltura I requisiti che devono possedere le imprese sono:

  • per le imprese agricole essere coltivatori diretti o imprenditori agricoli professionali, iscritti all’INPS;
  • per la pesca essere pescatori autonomi o imprese iscritte nel registro delle imprese tenuto dalle Capitanerie di porto, iscritti all’INPS;
  • per l’acquacoltura essere imprese agricole iscritte all’INPS.

Ciascuna azienda, come sopra individuata, interessata dalla crisi determinata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19, riceve un contributo una tantum commisurato nel seguente modo:

– 1.500 euro per le aziende che hanno fino a 5 dipendenti;

– 2.000 euro per le aziende che hanno più di 5 dipendenti

 

Misure per le famiglie

INTERVENTI A SOSTEGNO DI PERSONE IN STATO DI DIFFICOLTÀ 

Sostegno straordinario a favore dei pensionati titolari di pensioni sociali e di assegni sociali (75.665 persone): nei mesi di maggio e di giugno prossimi, a tutti i pensionati che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro la Regione Campania erogherà un contributo tale da garantire i 1.000 euro al mese. Poiché l’importo medio mensile erogato dall’INPS a questi soggetti è pari a 497 euro, la Regione Campania coprirà mediamente i restanti 503 euro.

Potrà essere utilizzato per le seguenti spese:

˗ servizi di assistenza socio-sanitaria domiciliare;

˗ servizi a domicilio per la consegna della spesa alimentare, l’acquisto medicinali, commissioni varie;

˗ acquisto di strumenti informatici o tecnologie per favorirne l’autonomia;

˗ acquisto di dispositivi igienico sanitari di protezione individuale.

Beneficiari: pensionati titolari di assegni sociali e pensioni sociali che percepiscono dall’INPS un importo mensile inferiore a 1.000 euro: 75.665 persone

Erogazione di bonus rivolti alle persone con disabilità, non coperte dal Fondo Non Autosufficienti. Tale misura può essere rivolta, in primo luogo, ai bambini con disabilità (anche autistica) in età scolare ed eventualmente essere estesa ai disabili non gravi con ISEE basso. Si prevede un bonus di circa € 600 per beneficiario

INTERVENTI A FAVORE DELLE FAMIGLIE CON FIGLI AL DI SOTTO DI 15 ANNI

Interventi da indirizzare alle famiglie residenti in Campania per l’accudimento dei figli al di sotto dei quindici anni, durante il periodo di sospensione dei servizi educativi dell’infanzia e delle scuole.

Un primo contributo viene erogato, per le famiglie in cui entrambi i genitori sono lavoratori, per le spese relative a servizi di babysitting e assistenza domiciliare per la didattica a distanza, materiali e supporti informatici per l’accesso a piattaforme di formazione a distanza, servizi di connettività, materiali ed attrezzature per la didattica.

Il contributo è assegnato ed erogato alle famiglie fino ad un importo massimo di € 500,00 a prescindere dal numero di figli, come di seguito specificato:

  1. €. 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi);
  2. €. 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi).

Un secondo contributo viene destinato alle famiglie per l’acquisto di attrezzature, strumenti informatici ed altri supporti per l’accesso ai servizi didattici e socio-educativi.

Per i destinatari, un contributo, di un valore medio di € 400 (per famiglia) come di seguito specificato:

– €. 500,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 20.000,00 (compresi);

– €. 300,00 per ogni nucleo con ISEE fino a €. 35.000,00 (compresi).

Beneficiari: famiglie con almeno un figlio minore di 15 anni

CONTRIBUTI SULL’AFFITTO PER GLI AFFITTUARI DEL PATRIMONIO PRIVATO

A sostegno dell’utenza del patrimonio privato è previsto un contributo per nucleo familiare max di €. 2.000 rapportato all’ISEE del nucleo familiare a favore di nuclei familiari con ISEE non superiore all’importo corrispondente a due pensioni minime INPS pari a € 13.338,26 per un contributo max individuale di € 2.000; famiglie con ISEE non superiore a € 25.000 per un contributo max individuale di € 1.800.

SOSTEGNO AL FITTO DELLE ABITAZIONI PRINCIPALI PER SITUAZIONI DI EMERGENZA SOCIO/ECONOMICA

Tipologia della misura: contributo max per nucleo familiare € 2.000 annuo rapportato alle mensilità in sofferenza 

Beneficiari: famiglie con particolari situazioni di priorità sociale certificate dalle Amministrazioni Comunali (da integrare con requisiti legati alla perdita della capacità reddituale in conseguenza dell’emergenza COVID-19)

SOSTEGNO AL FITTO DEI LOCALI COMMERCIALI PATRIMONIO ERP

Viene introdotto un contributo individuale rapportato alla ridotta capacità reddituale derivante dalla chiusura delle attività commerciali per esercenti attività commerciali in locali di proprietà pubblica (patrimonio ERP).

CONTRIBUTI SUI MUTUI PRIMA CASA

Viene introdotto un contributo al pagamento delle rate di mutuo per acquisto prima casa. I beneficiari sono i nuclei familiari con componente titolare di un mutuo per acquisto abitazione prima casa che hanno subito una riduzione della capacità reddituale per cessazione e/o interruzione dell’attività lavorativa.

SONO IN CORSO DI ELABORAZIONE LE CIRCOLARI ATTUATIVE DI TUTTE LE SUDDETE MISURE

Gallery
Tutti i bonus della Regione Campania per fronteggiare la crisi da COVID-19
Ti è piaciuto questo articolo?